Genoa-Spezia 2-1: Chiusura col botto per le rossoblù

Il campionato di serie C chiude nella maniera migliore per la squadra rossoblù. La vittoria contro lo Spezia, squadra che fino all’ultimo ha conteso il primato al Sanremo, ha mostrato ancora una volta i progressi delle ragazze di mister Avenoso. Proprio con le aquilotte si sono visti i passi avanti fatti nel campionato. Il gap nei confronti delle forti bianconere si è pian piano ridotto nel punteggio, passando dal 0-7 del primo incontro di Coppa Liguria sino allo 0-2 in quel di Spezia nel girone di andata del campionato, per finire con questa meritata vittoria. Le squadre entrano in campo con ranghi ridotti, due assenze importanti per lo Spezia mentre per le rossoblù, out Syria Arrighi e Carola Repetto. Primo tempo equilibrato con le rossoblù che si portano avanti creando qualche occasione e lo Spezia che mostra qualche affanno. Il caldo fa la sua parte mandando anzitempo fuori dal campo una ragazza della squadra ospite colpita da un colpo di calore. Le panchine corte aggiungono la difficoltà di gestire i cambi. Per il Genoa si ripete l’esperimento forzato del portiere Fabiano in zona d’attacco. Una sorpresa la sua prova, con diversi spunti molto interessanti che dimostrano una buona predisposizione al gioco manovrato. La sua compagna di reparto Asia Arrighi lotta come un leone, portandosi sempre via le avversarie. La prova in generale è positiva, dal reparto difensivo che, orchestrato dall’ottima Serena Palma, ancora una volta molto positiva la prova della giovane classe 2000, e con Messina tra i pali a dare tranquillità, si mostra sicuro anche nelle sue componenti più giovani come Bissoli e Capello, coadiuvate dall’esperto centrale Cappelletti, sino al centrocampo che ha nell’Azzurra Bernardi un vero inesauribile motorino, affiancata da Tsouli, altro gioiello del vivaio rossoblù. Sulle fasce, insieme al laterale destro Iavarone, il gradito ritorno di Matilda Zanardi, che per la prima volta dal suo rientro dopo la pubalgia, gioca tutto il match. La svolta nel secondo tempo. Entra Giunta in sostituzione di Iavarone e proprio da una sua incursione nasce il calcio d’angolo che porta la goal, su preciso colpo di testa, di Asia Arrighi. Il Genoa alza il baricentro, prende sicurezza e crea qualche occasione. Le aquilotte cercano di costruire qualche attacco, ma gli unici tiri sono quelli da fuori area, perché la difesa genoana, aiutata da tutta la squadra, si difende bene. L’undici di capitan Arrighi lavora di contropiede e in uno di questi è Azzurra Bernardi ad insaccare il pallone alle spalle del’incolpevole portiere avversario. La pioggia comincia a cadere sul tappeto del Sant Eusebio, rinfrescando l’aria. Sul finire di partita, arriva il goal delle ospiti. Finisce così il campionato. Dopo il Torneo di Alba questa vittoria chiude la stagione ufficiale delle ragazze di Avenoso, in attesa di qualche amichevole o torneo.

Share Button